1. This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Learn More.
  2. The Vainglory Forums are Closing READ MORE 

Il Tuo Peggiore Incubo

Discussion in 'Scontri Vaingloriosi' started by OMINOSENTENZIO, Dec 1, 2015.

  1. OMINOSENTENZIO
    Offline

    OMINOSENTENZIO Community Moderator

    "Dove siamo, di preciso?"

    SAW avanzava lentamente attraverso l'impervia giungla, con Gracie stretta in pugno. La sicura non era inserita, come sempre, del resto.

    "Uhm...dovremmo essere quasi arrivati, secondo le nostre coordinate"

    Catherine procedeva poco avanti. Stava aprendo una pista attraverso l'intricato fogliame; la lama del suo scudo scintillava, colpita da un raggio di sole che filtrava occasionalmente tra le fitte chiome degli alberi.

    "Beh, sarà meglio per loro che non ci abbiano dato coordinate sbagliate..."

    SAW trovò la sua risposta un breve tratto più in là. Lasciata la foresta alle loro spalle, i due mercenari si trovarono, infatti, in una radura di forma circolare, ampia almeno tre miglia quadrate. C'era una cupa nebbia che avvolgeva lo scenario, ed una grande sagoma nera che si slanciava verso il cielo nell'esatto centro del posto. L'improbabile coppia si avvicinò a quella che sembrava una trivella da estrazione cristallina, situata nel mezzo dello spazio aperto. Catherine fermò SAW un passo prima che cadesse nella profonda voragine sopra cui era stato montato l'impianto, che, a giudicare dal silenzio spettrale e dalle erbacce copiose che campeggiavano sulla macchina, doveva aver visto tempi migliori.

    "Quindi...è per quella che ci hanno chiamati? Per recuperare un pugno di cristalli in questo abisso?!?"

    "La nostra non è una missione di recupero, SAW, dobbiamo solo difender..."

    Il fischio di una palla di fuoco interruppe le sue parole. Lo scudo ad energia si sollevò giusto in tempo: un globo igneo si era schiantato, e subito dopo rimbalzato via, sulla superficie impenetrabile della barriera luminosa più rapidamente di un battito di ciglia, e salvando il mitragliere da morte certa.

    "Inizia la festa!!!!"

    Un tremendo ululato squarciò l'aria e subito un branco di lupi si avventò su SAW e Catherine. Uno, però, si staccò dai suoi compagni e si gettò a capofitto nella boscaglia.

    Ra-ta-ta-ta-ta-ta-ta-ta-ta-ta

    Gracie ruggiva mentre esplodeva rapida un caricatore dopo l'altro sui suoi aggressori, ed intanto il suo possessore rideva come un ossesso alla vista di tutto quel sangue che schizzava ovunque. Skaarf non riusciva a prendere bene la mira con le sue palle di fuoco in quel putiferio, e tre dei lupi vennero cotti a puntino nel tentativo di colpire i suoi nemici. Ad un tratto si udì un tonfo poderoso, poi più nessun rumore, solo silenzio. Molti dei lupi furono sbalzati via, ma molti di più continuavano ad essere crivellati dal fuoco di soppressione fornito dalla mitragliatrice. Fu allora che una sagoma, uscita dal bosco rapida come un'ombra, si avventò sulla lucertola sputa-fuoco a velocità allarmante.

    "Eccolo finalmente, stiamo quasi per rimetterci tutti le penne e lui deve fare l'entrata in scena spettacolare..."

    Mugugnò SAW, senza lasciare mai la presa sul grilletto.

    Intanto Taka, terminato il suo bersaglio, che era rimasto inerme davanti ad un'azione tanto repentina, si stava già muovendo contro Fortress, che infuriava nella mischia assieme ad i suoi compagni.

    "Mi dispiace ragazzone, ma finché lavorerai con me, dovrai adattarti al mio stile!"

    L'agile ninja schivò una raffica di pallottole, dirette ai lupi dietro di lui, con un carpiato all'indietro e saltò sul suo nuovo bersaglio. Fortress, vistosi alle strette, tentò di battere in ritirata, ma Catherine, rapida ed implacabile, gli fu addosso, prima che la bestia potesse reagire in qualsiasi modo. Il grosso capobranco, paralizzato dalla sua nemica, fu colpito da una pioggia di proiettili esplosivi, e la vita venne a mancargli. Tutto tacque allora. I lupi sparirono, così com'erano comparsi. I tre compagni si riunirono per fare il punto della situazione. C'erano corpi di lupi e sangue ovunque.

    "Allora, mio misterioso amico, cos'hai visto nella tua ronda? Qualche altro scocciatore nei paraggi?"

    Taka guardò altrove per un secondo. Stava cercando di ricordare cosa avesse visto, ma una forte emicrania gli impediva di sforzare la mente, perciò rispose negativamente.

    "Quindi...abbiamo finito qui? Dovevamo solo sforacchiare qualche lupo?"

    "Sembra sia così...è strano però, questi predoni potevano essere tenuti a bada benissimo anche dalle loro truppe...perchè ingaggiare dei mercenari?"

    "L'importante è che ci paghino, il resto non è un mio problema... Qualcuno sa quanto tempo ancora dobbiamo rimanere a sorvegliare questo ferro vecchio?"

    "Una squadra di rinforzo dovrebbe essere qui entro questa sera..."

    SAW annuì, ora assai distratto: era molto intento a contare i caricatori ancora utilizzabili del Mad Cannon, connotati da un teschio rosso verniciato frettolosamente sulla fiancata.

    Nessuno si aspettava quello che stava per arrivare.

    Ka-Thrak!

    Una violenta esplosione divise il trio. SAW fu avvolto da terribili fiamme, Gracie cadde a terra, riempiendosi la canna di fanghiglia sanguinolenta. Catherine fu sbalzata via, nonostante lo scudo fosse attivo, ma svenne all'impatto con uno spesso tronco secolare. Taka era l'unico rimasto, più o meno, illeso. Intanto la radura si era trasformata in un campo infernale. Tutto ardeva, ed il boato delle fiamme urtava le orecchie ferine del ninja. I suoi sensi erano in fermento, gli occhi giravano vorticosamente alla ricerca della nuova minaccia. Ad un tratto Taka si slanciò nella direzione in cui sembrava essersi mossa una sagoma, ma non c'era nessuno, solo fiamme. Allora, sopra il lamento dell'incendio, si distinse il sibilo di un oggetto metallico che attraversava l'aria a velocità inaudita. Una freccia -o era una spada?- trafisse il guerriero sulla spalla destra. E allora lo vide, il suo nemico: alto e muscoloso, aveva un'armatura che scintillava -anzi, sembrava quasi incandescente- per il bagliore delle fiamme, e quella che aveva tutta l'aria di essere una spada in una mano. Notò che aveva una lunga coda, spessa e nerboruta, come quella dei Troll di Fiume che aveva amato infastidire da giovane -un attimo, da dove veniva quel ricordo?- ; ma la cosa che lo colpì di più furono gli occhi, un paio d'occhi che sembravano bruciare ancora più intensamente di quel fuoco che li circondava. Decise allora che non se ne sarebbe andato senza combattere e si rialzò, nonostante la grave ferita alla spalla. Il suo nemico sogghignò e, con un gesto rapido della mano, fece scomparire e ricomparire in un lampo di luce la spada, fino ad un attimo prima conficcata nella spalla dell'assassino, nella sua mano libera. Dopo essersi fissati per un attimo, che sembrò durare un'eternità, Taka aprì le danze, saltò e gli fu addosso. Lo scontro era assai serrato: nonostante Taka avesse ormai anni di esperienza con le sue switch-blades, il nemico sembrava essere sempre un passo avanti: parava, schivava, feriva e ogni colpo subito pareva sempre più doloroso -forse traeva forza dalle fiamme circostanti?-; nonostante i suoi sforzi, questi non parevano sortire alcun effetto: il nemico colpiva ancora come quando aveva cominciato, sembrava essere instancabile: sembrava quasi che si confondesse con il fuoco circostante. Ad un tratto, il ninja vide l'oppositore lanciare un cerchio infuocato contro di lui e, con sua grande sorpresa, la creatura si materializzò lì dov'era lo shuriken un attimo prima, a due spanne dal suo volto. Le fiamme lo avvolsero e capì che era la fine. A terra, ferito gravemente e con una delle due spade, decorate entrambe con l'effige di un dragone dorato, a sfiorargli la gola, impossibilitato anche ad usare una delle sue bombe Kaku per via delle fiamme circostanti, egli chiese al suo nemico chi fosse. La creatura ora era faccia a faccia con Taka, il puzzo del suo respiro da rettile era mitigato dall'odore di bruciato misto a sangue che aleggiava tutt'attorno. Egli avvicinò la bocca, irta di zanne, all'orecchio dell'eroe in ginocchio.

    "Sono il tuo peggiore incubo."




    TO BE CONTINUED
    Last edited: Dec 1, 2015
    • Like Like x 1
  2. OMINOSENTENZIO
    Offline

    OMINOSENTENZIO Community Moderator

    Chi è il misterioso nemico di Taka? Lo scoprirete presto, perchè ho intenzione di continuare questa mia Fan-Fic! :)
    Ditemi cosa ne pensate, se vale la pena continuare a scrivere...oppure no ;)

    ~OMINOSENTENZIO

Share This Page